vai al contenuto della pagina

ipovisione | progetti d'archivio | libri

Sei in: home page > archivio > infobraille > trascrizione dal nero.

TRASCRIZIONE DAL "NERO".

Il presente elaborato
è stato realizzato nel 1999
e non ha subito revisioni.

link: INFOBRAILLE link: INDICE link: PAGINA PRECEDENTE link: PAGINA SUCCESSIVA

La carta per la scrittura in Braille deve avere delle caratteristiche simili a quelle riscontrabili nei comuni fogli da disegno; rivolgendosi alle associazioni dei non vedenti e ipovedenti, si possono ottenere indicazioni sul reperimento delle risme di carta Braille.


I formati cartacei del sistema Braille:

Quaderno  17x26 cm  tavoletta comune
Standard  26x34 cm  dattilobraille e tavoletta grande


Per ottenere un quaderno, basta piegare in due i fogli standard, quindi rilegarli (cucendoli, per es.), lungo la piega centrale. Considerato lo spessore della carta, si consigliano quaderni composti di 5 fogli formato standard.
La rilegatura dei fogli standard, invece, richiede generalmente l’intervento di personale competente e va effettuata successivamente alla scrittura o stampa. Scrivendo con la dattilobraille, si raccomanda di impostare i seguenti margini: sinistro 3 cm, destro 2 cm. Questo consentirà una buona rilegatura e l’eventuale utilizzo dei fogli come matrice per il Termoform.

Frontespizio.

Ogni volume e trascrizione in genere, deve riportare sul frontespizio, opportunamente spaziati: nome e cognome dell’autore, titolo dell’opera, casa editrice, edizione e data di pubblicazione. In fondo alla pagina e in centro riga, quando l’opera consta di più volumi, va indicato: "1° vol. Braille", "2° vol. Braille"…

Numerazione delle pagine.

La numerazione va fatta nella prima riga e in modo che leggendo si trovi:
- a sinistra, il corrispondente numero di pagina del testo in nero
- a destra, il numero progressivo di pagina in Braille.
All’inizio d’ogni volume, la numerazione Braille riprende da capo.
Per motivi di praticità, i volumi Braille dovrebbero contenere circa 80 pagine.

Disposizione del testo.

Compatibilmente con le esigenze del Braille, attenersi il più possibile alla disposizione del testo originale. Nei casi particolarmente complessi (trafiletti, riquadrature, ecc.), cercare una soluzione efficace e praticabile.

Titoli e sottotitoli.

Il titolo o il numero del capitolo si scrivono in centro riga, lasciando quindi una riga vuota prima dell’inizio del testo. Se il titolo si trova nel corso della pagina, lasciare due righe di spazio dal capitolo precedente.
I sottotitoli si scrivono in centro riga e il testo ha inizio alla riga immediatamente successiva. La spaziatura dal titolo o paragrafo precedente, è di una sola riga.

Capoverso.

All’apertura di ogni capitolo e ad ogni capoverso, s’inizia la riga rientrando di due celle o battute.

Neretto, corsivo, sottolineato.

Si esprimono tutti e tre col "Segno di corsivo".

Discorso diretto e citazioni.

L’uso delle virgolette e del trattino in Braille, è identico alla scrittura in nero; la trascrizione perciò, non comporta cambiamenti.

Note.

L’inserimento delle note, avviene in Braille nel modo seguente: dopo la parola o la frase che richiede la nota e l’eventuale punteggiatura, si lascia uno spazio e fra parentesi si riporta il numero della nota.
Il testo delle note e il richiamo del relativo numero (che deve figurare fra parentesi, all’inizio di riga e con rientro di due celle/battute), non vanno riportati nel fondo pagina, ma all’inizio della pagina successiva.
Quando le note sono più di una, si riportano di seguito e in ordine progressivo, osservando per ognuna quanto detto in precedenza.
Terminate le note, lasciare una riga vuota prima di riprendere il testo.

Indici.

Nella stesura degli indici, occorre prestare attenzione all’incolonnamento dei numeri delle pagine; i titoli e gli eventuali altri riferimenti, non devono sconfinare nella colonna dei numeri di pagina.
Riempire lo spazio fra titoli e numeri di pagina con puntini di sospensione.
Quando i titoli interessano più righe, rientrare di due celle/battute dalla seconda riga in poi.
Se si vuole evidenziare la suddivisione in capitoli, lasciare una riga vuota tra i diversi gruppi di titoli.

profilo facebook - pagina Ipovisione su facebook