vai al contenuto della pagina

ipovisione | progetti d'archivio | libri

Sei in: home page > archivio > infobraille > braille a 8 punti e informatica.

BRAILLE A 8 PUNTI
E INFORMATICA.

Il presente elaborato
è stato realizzato nel 1999
e non ha subito revisioni.

link: INFOBRAILLE link: INDICE link: PAGINA PRECEDENTE link: PAGINA SUCCESSIVA

BRAILLE A 8 PUNTI.

8/A, 8/B, 8/C e 8/D - tavola sinottica

Fin qui abbiamo parlato del "Sistema Braille a 6 punti tradizionale"; quello insegnato e utilizzato per oltre un secolo e mezzo.
La rivoluzione informatica ha aperto nuovi orizzonti comunicativi, dettando, per contro, le sue ferree condizioni; così anche il Braille, suo malgrado, sta faticosamente adeguandosi alla logica binaria e dell'8...

La cella del sistema Braille a otto punti può tranquillamente essere paragonata al Byte (formato da otto bit).
Sia i bit, che i punti Braille si rifanno alla logica binaria: acceso-spento, vero-falso, si-no, punzonato-non punzonato...
Il Braille a otto punti, essendo un codice essenzialmente informatico, non contempla la possibilità di essere scritto con la tavoletta; di conseguenza la posizione dei punti 7 e 8 è fissa:

leggi l'immagine

LA CELLA BRAILLE A 8 PUNTI

Il codice Braille a otto punti non è stato ancora internazionalmente definito e, anzi, è oggetto di molti studi, approfondimenti e dispute;
ecco le principali novità, secondo la versione Italiana:

Nel prospetto che segue, i segni del Braille a 8 punti vengono codificati in modo simmetrico rispetto alla tavola classica.

leggi l'immagine "8/A"

INFOBRAILLE cod. 8/A

leggi l'immagine "8/B"

INFOBRAILLE cod. 8/B

leggi l'immagine "8/C"

INFOBRAILLE cod. 8/C

leggi l'immagine "8/D"

INFOBRAILLE cod. 8/D

tavola sinottica

L'INFORMATICA.

Per evidenti ragioni di spazio, questo capitolo si limiterà a delineare le potenzialità dell'informatica rispetto ai problemi visivi e al sistema Braille, tralasciando le complesse implicazioni di carattere tecnoco.
L'informatica risolve certamente più problemi di quanti ne crea; questo è vero anche e soprattutto se rapportato al mondo dell'ipoviisone e della cecità. L'utilizzare del computer, può segnare un'importante svolta: nella quotidianità, nei rapporti interpersonali, opportunità lavorative e qualità della vita.
Ecco, sinteticamente, i principali strumenti messi attualmente a disposizione dalla tecnologia informatica:

La barra Braille.

Utilizza il sistema Braille a 8 punti; detta anche "Display Braille", la barra Braille è una sorta di monitor tattile, che consente la lettura delle informazioni in formato testo visualizzate sullo schermo del PC.
I modelli più commercializzati supportano 80, 40 e 20 caratteri (caselline).

Stampanti Braille.

Questo strumento permette la stampa in Braille, di un qualsiasi testo in formato elettronico "ASCII".
Anche per le stampanti Braille esistono modelli più o meno veloci e capaci o meno, di stampare in fronte-retro.
Il principale problema della stampa in Braille da PC, riguarda in genere la necessità di ricodificare il testo, così da poter eseguire una normale stampa Braille a 6 punti.

Scanner e sistemi OCR.

Lo scanner è un apparecchio che cattura le immagini grafiche e le trasforma in informazioni digitali.
I programmi OCR (Optical Character Recognition) riconoscono i caratteri di testo presenti nelle immagini e li traducono in documento elettronico, che potrà quindi essere trattato e utilizzato come un normale documento di testo.
Sia gli apparecchi, che i programmi sono di comune utilizzo; esistono però software OCR progettati espressamente per utenti non vedenti e ipovedenti, in grado di risolvere i problemi di posizionamento degli originali sul piano dello scanner, di complessa impaginazione, ecc.

profilo facebook - pagina Ipovisione su facebook