Giovanna Arrigoni
Le pagine di Giovanna Arrigoni

Torna alla pagina principale di Giovanna Arrigoni

Questionario

ATTENZIONE!
il questionario può essere consultato a titolo di esempio.
Essendo la ricerca correlata terminata, il pulsante Invia è disattivato.

Presentazione | Istruzioni per la compilazione | Questionario

Presentazione.

Il presente questionario si propone di raccogliere informazioni sull’ipovisione attraverso l’indagine di alcuni aspetti, riferiti soprattutto alle aree relazionale e comunicativa, che riguardano da vicino le persone ipovedenti.
L’interesse è rivolto alla percezione che le persone ipovedenti hanno degli aspetti considerati. Per questo motivo sappia che non esistono risposte giuste o sbagliate; ciò che è importante è che lei indichi quali affermazioni descrivono la sua ATTUALE situazione e il suo punto di vista.
Tenga inoltre presente che la modalità di raccolta e di successiva elaborazione dei dati garantiscono il totale anonimato dei partecipanti.

Istruzioni per la compilazione.

Il questionario è suddiviso in cinque sezioni che fanno, però, parte dello stesso modulo.
La compilazione e l'invio del modulo NON deve avvenire entro un tempo prestabilito; se si abbandona la pagina, però, le risposte già compilate andranno perse.

Il questionario prevede tre tipi di riposte caratterizzate da altrettanti tipi di campi da compilare:

esempi di caselle di opzione e di selezione non selezionate e selezionate
Caselle di opzione e di selezione non selezionate e selezionate.

In tutti i casi però, con l’intento di dare il più possibile voce ai protagonisti, sono presenti sempre ulteriori spazi perché lei possa ampliare e motivare, se lo desidera, le risposte fornite.

Inviando il modulo il questionario verrà trasmesso automaticamente tramite e-mail anonima a Giovanna Arrigoni.
Per difficoltà o problemi nella compilazione e nell'invio del questionario scriva a Franco Frascolla franco.frascolla@gmail.com.
Per eventuali altre comunicazioni scriva a Giovanna Arrigoni franco.frascolla@gmail.com.

Ringraziandola per la collaborazione, vorrei sottolineare che nessun campo è obbligatorio, ma un’accurata e completa compilazione del questionario consentirà una migliore conoscenza di quanto mi propongo di indagare.

Questionario.

1. Informazioni socio-anagrafiche.

1.2. Sesso.

1.4. Titolo di studio.


1.5. Attualmente è:


1.6. Situazione lavorativa attuale:




1.6.1. Ha usufruito della normativa sul collocamento mirato?

1.7. Tipologia contrattuale:

1.7.1. La tipologia contrattuale è determinata da:



1.8. La sua attività lavorativa prevede anche il contatto diretto con gli utenti?

1.9. Svolge la sua attività lavorativa prevalentemente:

1.10. Situazione famigliare:



1.10.1. Se vive una relazione di coppia il partner è:


1.11. Ha figli?


1.12. Situazione abitativa (vive con...):




2. Informazioni sulla patologia visiva.

2.1. Quanto tempo è trascorso dalla diagnosi della malattia:




2.2. La sua patologia visiva è:



2.2.1. La sua patologia visiva è:



2.4. La prima comunicazione della diagnosi è stata formulata in modo:








3. Vissuti emotivi e aspetti sociali.

3.1. Come vive la sua disabilità visiva?





3.2. Quali risposte emotive sperimenta pensando alla sua situazione?






3.3. Quali dimensioni emotive vive la sua famiglia di origine?








3.4. Quali dimensioni emotive vive la sua famiglia attuale (il partner)?








3.5. Quali dimensioni emotive vive la sua famiglia attuale (i figli)?








3.6. La sua rete sociale (amici, colleghi …) manifesta:









3.7.1. E' aiutato dal suo medico di base?


3.7.2. E' aiutato dal suo oculista di riferimento?



3.8.1. Gli ausili sono facilmente reperibili?


3.8.2. È aiutato dal suo medico di base?


3.8.3. È aiutato dal suo oculista di riferimento?


3.9. Nella ricerca personale di informazioni a quali fonti si rivolge?








3.11. Ha problemi ad accedere ai mezzi di comunicazione?



3.12. Lo sviluppo dei mezzi di comunicazione contempla anche gli utenti ipovedenti?


3.12.1. In quali ambiti lo sviluppo dei mezzi di comunicazione si è dimostrato sufficientemente attento alle problematiche degli ipovedenti?






3.13. Quali sono le risorse su cui può contare?








3.16. In che misura ritiene che la disabilità visiva ostacoli [risponda a ciascun sotto-punto qui di seguito]:

3.16.1. le opportunità di studio.


3.16.2. l’inserimento lavorativo.


3.16.3. la progressione nella carriera.


3.16.4. i cambiamenti lavorativi.


3.16.5. i legami affettivi.


3.16.6. le relazioni sociali.



4. Aspetti relazionali.


4.2. Motiva la richiesta di aiuto?



4.3. Quali sono le reazione degli estranei alla richiesta di aiuto?








4.4. Come considera l’aiuto degli altri?






4.5. Ha adottato strategie che le semplificano la quotidianità?









4.6. Quale percezione pensa che gli altri abbiano del suo problema?






4.7. Percepisce comprensione da parte degli altri delle sue difficoltà?




4.9. Si sente in obbligo/dovere di apparire normale?


4.9.1. Questa sensazione è cambiata nel corso del tempo?



5. Immagine di sé e percezione dell’altro.

5.1. Ha difficoltà nel percepire il proprio corpo?

5.2. Ha difficoltà nel costruire la propria immagine esteriore?


5.3. Quanto si affida al giudizio degli altri?



5.4. Quali elementi della comunicazione non verbale risultano per lei problematici da gestire?







5.5. Quali le risultano più difficoltosi da interpretare negli altri?









5.7. La comunicazione interpersonale a distanza mediata dalle nuove tecnologie cosa rappresenta per lei?





ATTENZIONE!
il questionario può essere consultato a titolo di esempio.
Essendo la ricerca correlata terminata, il pulsante Invia è disattivato.